Lop-BuriNel mezzo delle rigogliose pianure thailandesi (altopiano del Khorat in direzione ovest), lungo il fiume Chao Phraya, a 155 km da Bangkok sorge la città che ci apprestiamo a visitare: Lop Buri.
Molto probabilmente recandovi sul luogo la sentirete anche chiamare “la città delle scimmie

per via della presenza in un gran numero di questi animali, è una delle sue caratteristiche, un’altra è quella di essere una cittadina molto gradevole, dove si mangia bene e con un buon afflusso di turisti attratti da tutto questo ma anche dagli splendidi templi indù.

Riguardo in particolare il mangiare diremmo che sono presenti per lo più ambulanti e cucine mobili che servono take away ma solitamente nei pressi si trovano anche sedie e tavoli. Il piatto forte è il riso fritto con il pesce, altrettatanto buoni però sono i calamari, il pollo fritto e con salse ed i dolci.

La città di Lop Buri  ci si presenta come una città semplice decisamente meno sfarzosa rispetto alle città di Ayutthaya e Nakon Ratchasima con cui confina e splendidamente adornata da un paesaggio naturale: pensiamo alle verdi colline, ai fiumi placidi (Chao Phraya e Lop Buri) e ai monti Phetchabun oltre i quali si trova il tavoliere del Khorat. Lop Buri è divisa in undici amphoe (distretti), un centinaio di tambon (sottodistretti) ed infine un migliaio di muban (villaggi).


Da un punto di vista storico Lop Buri è molto importante perché vi sono stati trovati reperti preistorici, segno che questa zona in particolare dell’Asia era abitata, sono state ritrovate statue di divinità risalenti al VI-XI secolo e al VIII-XIII secolo e reperti risalenti ad oltre 1200 anni fa. Inizialmente secondo la ricostruzione degli storici e degli archeologici questa città era nota come La-Wo, dal nome della popolazione che l’abitava i Lavah a cui seguirono i Lavapura e i Lop Buri.


Prima di acquisire l’indipendenza questa città era sotto il controllo dei Khmer (950 d.C.), successivamente fu accorpata al regno di Sukhothai e Ayutthaya sul finire del  XI secolo per via della sua importanza strategica ed in seguito divenne essa stessa una provincia e sede dei reali thailandesi.  La cosa curiosa è che durante la reggenza del re Narai lo stile architettonico subì influenze occidentali perché furono chiamati architetti francesi ed italiani per contribuire al restauro di questa città.
La città che vediamo oggi ha conservato molto del suo fascino antico e l’ha  sapientemente armonizzato con le innovazioni dei tempi moderni naturalmente vi sono alcuni eventi e monumenti che non possiamo perderci visitando Lop Buri.


Partiamo proprio con alcune delle feste tipiche di Lop Buri, imperdibili:
•    La Fiera del regno di re Narai il Grande che si svolge in febbreaio, nasce come omaggio al re Narai che risiedeva per lo più a Lop Buri, salvo che nella stagione delle pioggie. Si organizzano spettacoli, giochi e ovunque si trovano bancarelle di prodotti tipici;
•    Il Banchetto per le scimmie che si tiene la domenica dell'ultima settimana di novembre a San Phra Kan e Phra Prang Sam Yot dove vivono numerose scimmie, gli abitanti vi si recano per portare loro frutta e cibo. Anche qui non mancano musica e spettacoli;
•    La Festa della fioritura dei girasoli che si tiene a dicembre.
Veniamo ora ai tesori culturali ed architettonici di Lop Buri che non possono mancare nel nostro tour:
•    Phra Prang Sam Yot, il tempio composto da tre torri che rappresentano le divinità Brahma, Vishnú e Shiva, situato vicino alla stazione ferroviaria frequentato dagli induisti ma abitato da molti macachi che vengono nutriti dalla popolazione e dai turisti;
•    La Baan Vichayen, una casa molto antica voluta dal re Narai per il cavaliere di Chaumont;
•    Il Dusit Sawan Thanya Maha Prasat: la sala delle udienze del re Narai perfetto esempio dell’incontro fra lo stile architettonico thai e quello occidentale;
•    Il Phra Narai Ratchanivet, cioè il Palazzo del re Narai la più grande attrazione di Lop Buri, fu edificato nel XVII sec. (come residenza estiva del re) con l’aiuto degli architetti francesi ed italiani. Diviene museo nel 1924. Non perdetevi la passeggiata nei giardini del palazzo;
•    Il San Phra Karn Shirne anche questo funge da tempio ma anche da casa per le scimmie. Inizialmente si trattava di un Prang, ovvero una costruzione religiosa edificata dalla dinastia Khmer. Al suo interno possiamo ammirare una statua di Vishnu. Attorno a questo tempio si possono acquistare dei souvenir.


scrivi
TI PIACE SCRIVERE?
VUOI PROMUOVERE IL TUO BLOG?
Pubblica i tuoi conenuti!

Ti consigliamo ..

Vacanze in Montagna
Portale dedicato alle vacanze in montagna, piste da sci, località montane e molto altro

Iscrivi hotel b&b e non solo ..
Iscrivi la tua struttura turistica su hotelgoo.com - portale turistico dedicato all'Italia!

Offerte viaggio Italia
Scegli la tua offerta per la tua vacanza in Italia - prima che scada!

Villaggi Italia
Cerca il tuo villaggio turistico in Italia

image

Noleggio Auto

Prenota online la tua auto a noleggio in tutte le località del mondo  e risparmia fino al 10% Noleggio Auto

image

Pubblicità al tuo hotel!

Possiedi una struttura turistica? Inserisci il tuo alloggio .. Segnalala su Italiavai.com

image

Ti piace la montagna?

MontagnaVacanza.com portale turistico dedicato completamente alla montagna, consigli utili, piste da sci ..

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

If you not change browser settings, you agree to it. Learn more

I understand